Castello Chiola

L’Abruzzo è una regione ricca di leggende e paesaggi misteriosi, una caratteristica cho la rende molto interessante per chi è alla ricerca di itinerari turistici che abbiano in qualche modo a che fare con l’ignoto.

Il nostro viaggio in terra d’Abruzzo ci porta alla scoperta dei luoghi più infestati, che siano castelli incantati che svettano ignari del tempo passato, oppure case abbandonate e ancora interi villaggi lasciati in balia della vegetazione.

Andiamo a conoscere più da vicino quali sono i luoghi più infestati in Abruzzo, luoghi da visitare con il dovuto rispetto, ascoltando in silenzio le antiche leggende che devono raccontarci.

Castello di Rocca Calascio

Rocca Calascio Castello
Rocca Calascio Castello Foto: commons.wikimedia.org

La Rocca di Calascio, con il suo Castello in posizione strategica e il suo suggestivo borgo medievale parzialmente abbandonato, sebbene non sia stato protagonista di indagini sul paranormale, ci ha incuriositi molto per via dell’atmosfera che si respira una volta arrivati lì: in cima a questo sperone sembra di tornare indietro nel tempo. continua a leggere

Voci da Sant’Omero: storie di fantasmi e lupi mannari

Sant'Omero

In Abruzzo ci sono anche luoghi inquietanti, che rievocano leggende paurose e storie inerarrabili. Quando poi, a portare alla luce la presenza di questi antichi protagonisti del passato è una squadra di indagatori del paranormale, allora abbiamo tutto il materiale per definire questo…. continua a leggere

Castello di Roccascalegna

Arroccato su uno sperone roccioso, il Castello di Roccascalegna è uno dei più suggestivi castelli abruzzesi. I turisti non sono attratti solo dalla sua forma però… chi è stato qui in una notte senza luna potrebbe aver incontrato il fantasma di un fantomatico Barone. continua a leggere

Castello di Salle

Castello di Salle

Il maniero si trova all’interno della Riserva Naturale della Valle dell’Orta ed è legato alla leggenda del fantasma della Stecchina, che di notte ……. continua a leggere

Castello Ducale di Crecchio

Al castello di Crecchio sono legate molte leggende, storie di decapitazioni e di crudeltà. Le sale del castello sarebbero infestate da un discendente della famiglia De Reis e della sua….. continua a leggere

I lamenti di Sharan al Castello Chiola

Castello Chiola

Un Castello dove poter vivere una vera notte nel mistero? Un’esperienza indimenticabile la trovate al Castello di Chiola, dove è possibile dormire in una delle meravigliose camere da letto. Dormire? Forse. continua a leggere

Visitare l’Abruzzo

L’Abruzzo si trova in parte nel cuore dell’Appennino e in parte sul mare Adriatico nell’Italia centro meridionale. Il territorio è per la maggior parte montuoso. Le vette più alte offrono scenari selvaggi e incontaminati, che in inverno diventano località sciistiche, come Pescasseroli, Roccaraso e Rivisondoli, con comprensori attrezzati per gli sport invernali.

Non solo sport ma anche tanta natura, con le riserve naturali come il Parco Nazionale d’Abruzzo e il Parco del Gran Sasso, che accolgono sia specie vegetali rare che animali da proteggere come l’orso marsicano, il lupo e l’aquila reale. Dove i picchi più alti si addolciscono, si incontrano le colline che degradano verso la costa. Le valli sono intrise di storia e di tradizione, con testimonianze artistiche e scenografiche che si nascondo negli antichi borghi.

Qui trovano posto i monasteri e gli antichi castelli, ricchi di fascino e di mistero. Infine, le sabbie e i ciottoli del litorale marittimo attraggono ogni anno migliaia di visitatori.

Quali sono i piatti tipici della cucina abruzzese? Ne abbiamo selezionati solo alcuni per voi:

Le Ferratelle

Tipico dolce abruzzese, preparate con diverse forme e ripieni ma sempre buonissime!

Pallotte cace e ove

Si tratta di tipiche polpettine preparate con ingredienti semplici o di recupero

Scripelle’mbusse

Semplici crespelle con uova, latte e farina e spolverate di pecorino o parmigiano prima di essere immerse nel brodo caldo

Pizz’onta

Si tratta, come suggerisce il nome, di una pizza unta che può essere consumata dolce (cosparsa di zucchero) o salata con l’aggiunta di formaggi, salumi o verdure