Categoria: Arte, maledizioni e leggende

Cosa sono le maledizioni? Secondo la convinzione comune si tratta di un augurio con conseguenze negative per mezzo di poteri soprannaturali. Tra questi uno spirito, un elemento della natura o un Dio.

L’augurio malevolo può avere diversi gradi di negatività, andando dal semplice infliggere dolore fino a provocare la morte del soggetto sul cui capo cade la malasorte.

I destinatari delle maledizioni possono essere essere umani, ma anche animali e oggetti. Questi ultimi, chiamati oggetti maledetti, sono ritenuti portatori di sfortuna e morte per chi li possiede. Le leggende urbane raccontano di molti oggetti, come quadri, macchine, ecc. che hanno causato sciagure e calamità.

La nascita delle malidizioni è molto antica, si trova un esempio a partire dalla Bibbia, ma le ritroviamo anche nell’antica Roma. Qui era comune la pratica della defissione, con la quale veniva scritto su una lamina il nome della persona alla quale si voleva augurare la sfortuna e poi arrotolata con un chiodo e sotterrata.

Nell’epoca moderna, il concetto di maledizione si è ampliato toccando intere famiglie, come la famiglia Kennedy, o persone morte nello stesso anno, come la maledizione del 27.

Si potrebbe citarne molte altre, come le maledizioni nell’arte, film che hanno registrato incomprensibili eventi drammatici o canzoni che da sole possono portare sfortuna e fallimenti.

esercito in marcia
El Dorado