Castello dell'Oscano

Di fantasmi ce ne sono tanti, molti hanno caratteri docili, altri sono un po’ più biricchini, altri ancora potrebbero essere pericolosi. Oggi vogliamo raccontarvi del fantasma del Castello dell’Oscano, in Umbria, che secondo la leggenda potrebbe essere artefice di maledizioni.

Ci troviamo a Cenerente, in provincia di Perugia, in un territorio ricco di boschi secolari, campi di ulivi e di girasoli. Oggi il maniero è una struttura ricettiva molto esclusiva che si estende per circa 250 ettari. I suoi interni sono arredati finemente con mobili d’epoca e gli ospiti possono scegliere nelle ampie camere dotate di tutti i servizi per trascorrere una vacanza all’insegna del relax e benessere.

Un po’ di storia

Le prime fonti scritte che parlano del Castello dell’Oscano risalgono al 1364, ai tempi dell’invasione della Toscana da parte delle milizie pontificie. Furono anche tempi di devastazione, infatti la zona era considerata molto strategica in quanto crocevia di importanti vie di comunicazione.

Verso il XVII secolo, sulle rovine del Castello venne costruita una villa e, dopo svariati passaggi, la proprietà passò nel 1895 ai Conti Ada Hungerford e Giuseppe Telfner, che rimodellarono la struttura facendole assumere l’aspetto attuale in stile neo gotico.

Grazie alla presenza di molte varietà arboree, il Castello dell’Oscano è stato per un periodo anche luogo di sperimentazioni botaniche.

Aspetto

Il Castello dell’Oscano si presenta con una struttura rettangolare, delineata ai lati da una torre circolare e una quadrangolare. Annesso vi è anche un nucleo più piccolo con portico e un’altra torre. Nella scala minore del maniero, sono ancora visibili i resti della struttura originaria.

Entriamo nel mistero

Il Castello dell’Oscano è legato ad una leggenda, come del resto quasi tutti i manieri sparsi in tutto il mondo. Di questa leggenda, purtroppo, si sa poco. Si narra che il Castello sia infestato da uno spettro e che questa presenza sia abbastanza inquietante.

Si tratta del fantasma di una donna velata, che ogni notte apparirebbe tra le stanze del Castello e vagherebbe tra i corridoi. Chi, sedotto dal suo fascino, ha vinto la paura e, lasciandosi trasportare dalla curiosità, ha tentato di inseguirla sarebbe stato colpito da maledizioni pesantissime.

Str. della Forcella, 37, 06070 Cenerente PG

Come raggiungere il Castello dell’Oscano

Arrivando in auto, si percorre la superstrada E45 Cesena-Orte, con uscita a Pierantonio. Si prosegue poi per circa 16 chilometri in direzione Oscano.

Arrivando da Firenze, si percorre l’autostrada del Sole A1 con uscita Valdichiana, Orte se si arriva da Roma, per poi proseguire sulla superstrada E45 direzione Perugia.

Aeroporto di riferimento è il Sant’Egidio di Perugia.

Mangiare in zona

Per quanto riguarda il cibo, in questa zona avrete solo l’imbarazzo della scelta tra i piatti tipici della cucina tradizionale Umbra: Torta al Testo, pasta alla Norcina, Ciaramicola, Panzanella, la porchetta. Per non parlare dei taglieri di affettati e i superbi formaggi con marmellate abbinate.