Che si tratti di leggende tramandate di generazione in generazione o di fatti veri, una cosa è sicura: le maledizioni e le storie di fantasmi incutono sempre un certo timore. E quando si tratta di maledizioni che riguardano una città come Milano, allora è impossibile non spingersi con avidità alla scoperta di questi enigmi del passato.

Il fantasma del Duomo

La città di Milano offre molte storie legate ai fantasmi, partendo proprio dal suo cuore pulsante: il Duomo. Conosciuta con il nome di Carlina, il fantasma del Duomo di Milano apparirebbe nelle foto dei giovani sposi, che scattano un ricordo felice davanti al portone principale.

Carlina sarebbe un fantasma buono e le sue apparizioni sarebbero un augurio di felicità matrimoniale, che a lei fu preclusa nel momento in cui tradì suo marito. Carlina era originaria di una località nei pressi di Como e doveva sposare il suo fidanzato Renzino. Carlina, per scampare alla inquietante prassi dello jus primae noctis, partì per il viaggio di nozze a Milano indossando un abito di seta nera.

Una volta saliti in cima al Duomo, Carlina rimase colpita dalle statue di drago e, al tempo stesso, sentiva tutto il rimorso perché stava nascondendo la gravidanza, frutto di un suo tradimento antecedente alle nozze. Chissà, forse Carlina sperava di riuscire a far credere a Renzino che il bambino fosse suo….

Non sappiamo cosa passò per la mente sconvolta della giovane in quella giornata fredda e nebbiosa, si sa soltanto che a un certo punto Carlina iniziò a correre velocemente tra le guglie e sparì nel nulla. Il corpo di Carlina non fu mai ritrovato.

Oggi, c’è un numero impressionante di testimonianze di novelli sposi che hanno involontariamente ritratto Carlina in una loro foto. Il fantasma è vestito di nero e ha uno sguardo inquietante, ma la sua apparizione è considerata ben augurante per un matrimonio felice e sereno.

Le profezie su Palazzo Marino

Un altro simbolo della città di Milano è Palazzo Marino, sede del comune e del sindaco. Proprio Palazzo Marino è un luogo ricco di mistero. Commissionato da Tommaso Marino, il Palazzo risale al cinquecento e vide la partecipazione di molti scultori che abbellirono con le loro opere gli interni e la facciata.

I milanesi non vedevano di buon occhio questa costruzione e non amavano particolarmente Marino, uomo prepotente e pieno di sé, convinto di poter comprare tutto con il denaro. A Palazzo Marino è legata la leggenda di un amore non ricambiato.

Un giorno Marino vide uscire dalla chiesa di San Fedele una bella ragazza e se ne innamorò. Scoprì più tardi trattarsi di Ara, la figlia di un patrizio veneziano di nome Cornaro. Sebbene Marino avesse chiesto la mano della fanciulla al padre, quest’ultimo non diede il benestare alle nozze, dicendo che sua figlia avrebbe sposato chi avesse costruito un sontuoso palazzo degno delle sue origini.

Fu così che Marino si prodigò nella costruzione del Palazzo, che voleva come una delle regge più sfarzose d’Europa. Marino attirò su di sé molte critiche e, un giorno, un profeta annunciò tre profezie: il Palazzo sarebbe caduto in rovina, sarebbe stato derubato e, in ultimo, arso dalle fiamme.

Delle tre profezie, ad oggi le prime due si sono avverate, con Marino finito in bancarotta e il Palazzo derubato durante l’occupazione austriaca.

Il fantasma di Parco Sempione

Dietro al Castello Sforzesco si estende il Parco Sempione, ritrovo dei milanesi per le passeggiate domenicali. Nel parco ci sarebbe un fantasma, si tratta della dama velata del Sempione, che si aggira per i vialetti del parco in cerca di qualche sventurato che, alla sua vista, sembra si innamorino all’istante.

Secondo la leggenda, dopo aver trascorso una notte d’amore nel parco, la dama velata svelerebbe il suo vero volto e, alla vista del teschio, i malcapitati impazzirebbero.

Il fantasma di Maria Callas alla Scala

Un’altra leggenda metropolitana riguarda La Scala, ovvero il palazzo celebre per l’opera lirica meneghina. All’interno delle sale della Scala vagherebbe il fantasma di Maria Callas, che comparirebbe sul loggione per spaventare gli spettatori. Si racconta che le apparizioni del fantasma sarebbero una vendetta per una serata in cui la famosa soprana fu fischiata durante una sua esibizione.

Il fantasma di San Berardino delle Ossa

Si racconta che all’interno della chiesa di San Bernardino delle Ossa, divenuta celebre grazie al suo ossario, si nasconda il fantasma di una ragazzina che nella notte di Ognissanti riprende vita e compia una danza inquietante con tutti gli altri scheletri che rivestono le pareti.

I corpi dei Re Magi

Si, proprio così. Secondo la leggenda, nella chiesa di Sant’Eustorgio sarebbero custoditi i corpi dei Re Magi. La leggenda parla di una particolare cappella che si trova nella chiesa, dove sarebbe presente un sarcofago con la scritta: Sepulcrum Trium Magorum.

Le corna del diavolo

Si, proprio così. Secondo la leggenda, nella chiesa di Sant’Eustorgio sarebbero custoditi i corpi dei Re Magi. La leggenda parla di una particolare cappella che si trova nella chiesa, dove sarebbe presente un sarcofago con la scritta: Sepulcrum Trium Magorum.