L’attrice Natalie Wood morì il 29 novembre 1981 a soli 43 anni mentre si trovava sul suo yacht in compagnia del marito Robert Wagner e dell’amico Christopher Walken. A distanza di 4 decadi ancora misteriose le cause che ne causarono il decesso.

Alcuni se la ricorderanno in pellicole memorabili come La gatta sul tetto che scotta e Da qui all’eternità, ma l’attrice Natalie Wood recitò in migliaia di film, affiancata dai mostri sacri del cinema americano e non solo. Solo per fare qualche nome, Orson Welles, Bette Davis, Paul Newman, Rock Hudson, James Dean e John Wayne.

La tragedia

Il 29 novembre 1981 Natalie Wood era a bordo del suo yacht nei pressi dell’Isola di Santa Catalina, al largo delle coste californiane. Si parlò di morte dovuta ad annegamento, almeno queste furono le dichiarazioni del marito Robert Wagner e del loro amico.

Il caso, però, a distanza di trent’anni fu riaperto perché le cause accidentali non avevano convinto fino in fondo. Una nuova analisi dei dati riportati sul rapporto dell’autopsia rivelarono che alcuni dettaglinon erano compatibili con una morte accidentale.

Sul corpo dell’attrice, infatti, erano stati rilevati molti lividi, soprattutto sulle braccia, sui polsi e sul collo. Nel 2013 il caso fu riaperto nuovamente per approfondire ulteriormente ma, secondo il medico legale, non vi erano ancora certezze per escludere o per confermare cause non accidentali.

La morte di Natalie Wood, quindi, per una serie di ragioni che ancora oggi restano sconosciute, resta purtroppo “indeterminata”.