Quando si parla del complesso musicale dei Queen, il primo pensiero va al leggendario quanto compianto frontman Freddie Mercury, scomparso il 24 novembre 1991, due giorni dopo aver comunicato al mondo intero di essere malato di Aids.

La morte di Freddie Mercury colse tutti di sorpresa, fu un fulmine così improvviso da lasciare tutti i fan di stucco. Lui, che aveva grinta da vendere, che sapeva occupare quel palco con la sua potente carica istrionica, non c’era più. Vittima di una terribile e all’epoca sconosciuta malattia che gli ha tolto la vita a soli 45 anni.

Del terribile destino di Mercury sappiamo ormai quasi tutto, dopo aver visto Bohemian Rhapsody abbiamo scoperto anche i lati più nascosti del carattere, le debolezze dell’uomo. Ciò che, invece, probabilmente non sapremo mai è dove sono state nascoste le sue ceneri.

Il cimitero di Kensal Green

Il cimitero di Kensal Green è uno dei cimiteri di epoca vittoriana e il più antico tra i sette cimiteri monumentali di Londra. Si trova nell’omonimo quartiere londinese e ospita le spoglie di personaggi importanti, come Marigold Frances Churchill, figlia del Primo Ministro, Sofia di Hannover, terza figlia di re Giorgio III e numerosi altri illustri nomi di matematici, missionari, attori, medici, scultori, scrittori e poeti.

Sappiamo che il funerale di Freddie Mercury si svolse qui, al Kensal Green, dove il corpo venne cremato. Delle ceneri però, affidate per sua espressa volontà all’unica donna della sua vita, Mary Austin, non si sa nulla.

La lapide scomparsa di Freddie Mercury

All’interno del cimitero di Kensal Green ad un certo punto fu segnalata la presenza di una lapide con un’incisione ritenuta inequivocabile. Si trattava di un’iscrizione che riportava il nome di nascita di Mercury, Farrokh Bulsara, e le esatte date di nascita e di morte del cantante. La lapide recitava in francese: pour etre toujours pres de toi avec mon amour.

Al termine dell’incisione la firma “M” non lasciava dubbi ai suoi fan di aver finalmente trovato la tomba di Freddie Mercury. Mary Austin fu ritenuta l’artefice di quel riconoscimento al cantante e all’uomo che aveva amato.

Peccato che appena poche settimane dopo, quando era già iniziato un decoroso pellegrinaggio dei fan che deponevano biglietti e fiori, la lapide sparì. Sebbene in molti cercarono di chiedere informazioni e capire come fosse possibile che una lapide sparisse così all’improvviso, nessun addetto del cimitero risultò utile per capire cosa fosse successo.

La volontà di Freddie Mercury

Sembra che l’artista avesse il timore che qualcuno potesse sottrarre le sue ceneri, così come sua ultima volontà chiese a Mary Austin di proteggere il suo segreto: nessuno avrebbe mai dovuto sapere dove si trovassero. La donna, in memoria del lungo legame che l’aveva unita a Freddie agli inizi degli anni settanta, dichiarò che avrebbe mantenuto il segreto e così è stato fino ai giorni nostri.

La casa di Freddie Mercury

Chi ama i Queen ed ha apprezzato la voce e il talento di Freddie Mercury lo sa bene: è difficile soggiornare a Londra e vincere la tentazione di passare per il quartiere signorile di Kensington, scendere con la metropolitana a Earl’s Court e dirigersi verso West Cromwell Road. Il civico 1 di Logan Place ve lo trovate lì di fronte: ecco la casa dove Freddie Mercury ha vissuto per anni e fino ai suoi ultimi giorni. La proprietà è ancora di Mary Austin e si presenta come una dimora inaccessibile, filo spinato e telecamere.

Le ipotesi

Secondo alcuni, il lago di Ginevra potrebbe essere il luogo ideale dove Mary potrebbe aver sparso le ceneri di Freddie Mercury. La cittadina svizzera di Montreux, dove Mercury possedeva una casa, gli dedicò una statua in prossimità del lago.

Mary Austin

Ci sono persone segnate da un destino che è in grado di segnarne l’intera esistenza. È ciò che è successo a Mary Austin, la donna che Freddie Mercury ha riconosciuto come “l’amore della mia vita” e la stessa che ha trascorso oltre vent’anni della sua vita a stretto contatto con il musicista.

Oltre ad aver ereditato parte dell’immensa fortuna del cantante, Mary ha dovuto sopportare crudeli attacchi da parte degli invidiosi e, quando l’artista era in punto di morte, ha avuto la singolare richiesta di prendersi cura delle ceneri di Freddie Mercury. È grazie alla sua inconfondibile tenacia, infatti, che il segreto di Freddie non è mai stato divulgato.

Oggi Mary Austin rivolge lo sguardo nella grande casa dove ha vissuto con Freddie. Il luogo conserva gli arredi e i colori voluti dall’artista. Il posto ideale dove poter rievocare i ricordi di un passato che sembra così lontano: l’emozione per la proposta di matrimonio che Mercury le fece in un impeto di entusiasmo, matrimonio ricordiamo mai realizzato, la vita trascorsa insieme, il dramma della malattia e gli ultimi giorni.

Mary ha probabilmente un gran carico di ricordi di momenti vissuti insieme a Freddie Mercury che le fanno compagnia nei momenti di tristezza. Come ha avuto modo di raccontare durante un’intervista, quella casa è così piena della sua presenza, è il suo gusto e il suo stile. È per questo che tutto è rimasto così, a partire dal pianoforte a coda che domina la sala, dove Freddie ha composto i suoi successi.

Nonostante la fine della loro relazione, avvenuta dopo la dichiarazione di Freddie Mercury di essere omosessuale, la loro unione non si è mai spezzata, fino all’ultimo. Quando Freddie le comunicò che le avrebbe lasciato la sua casa, lei cercò di dissuaderlo ma il cantante le disse: “Se le cose fossero andate diversamente sarebbe andata a mia moglie, e questa casa sarebbe stata tua comunque“.

Avete presente la canzone che Mercury dedicò a Mary, Love of My Life?