Restiamo nelle Marche e ci spostiamo in provincia di Ancora, esattamente a Jesi, dove c’è un’antica casa colonica, chiamata La Mansueta, che mette davvero i brividi.

Si racconta che sia una casa infestata e al suo interno succedano fatti strani e inquietanti, ma solo in assenza della proprietaria. La costruzione della villa è probabilmente antecedente al 1700, anche se i registri riportano il 1789 come anno di costruzione dello stabile.

Entriamo nel mistero

Nel corso dei secoli, la Mansueta è stata abitata da ogni sorta di inquilini, dai terremotati di Ancona ai mezzadri e guardiani del feudo. Da anni si racconta di rumori, luci e suoni provenire dall’abitazione.

L’attuale proprietaria della Mansueta, che l’ha acquistata circa vent’anni fa, sostiene di aver fatto un patto con i suoi abitanti invisibili. Sta di fatto, che le manifestazioni cesserebbero in sua presenza, per riprendere ad ogni suo allontanamento.

Chi ha avuto la sfortuna di trascorrere la notte alla Mansueta, riferisce strani rumori al piano superiore e passi sulle scale, oltre a inquietanti turbini di correnti fredde.

La stessa proprietaria, durante le prime notti dopo l’acquisto, ha provato sulla propria pelle il brivido delle stranezze di questa antica villa. Si racconta di colpi sulle porte chiuse, versi strani, cani che fissavano angoli della casa.

Di quanto accade all’interno della Mansueta, la proprietaria non si da una spiegazione, ma ciò che è certo, le presenze ci sono e si fanno sentire, nel vero senso della parola. Di notte si sentirebbero spostare grossi mobili, presumibilmente trascinati sul pavimento, ma nessun mobile viene trovato spostato: che abbia fatto un patto con gli spiriti che infestano la casa?