Forte Bhangarh giace ancora lì, tra i verdi pendii delle colline di Aravallis nello stato di Rajasthan (India), a testimoniare gli antichi sfarzi di un tempo passato.

Una struttura risalente al XVI secolo ritenuta una delle location più infestate del paese. Il luogo rievoca presenze di lontani abitanti e forse non è un caso che tra i visitatori che ogni anno varcano la soglia del Forte Bhangarh, molti riferiscono sensazioni di disagio.

Ma cos’è che suscita questo senso di malessere? Probabilmente si tratta del peso delle leggende che gravano sopra ai resti di questa città e ancora oggi fanno paura.

Leggende di Fort Bhangarh

Entrare a Fort Bhangarh deve essere molto suggestivo. Secondo le fonti, infatti, nei pressi dell’ingresso sarebbe presente un’insegna per mettere in guardia i visitatori: “Non entrare tra il tramonto e l’alba“.

Sarebbe questo il monito imposto per prevenire possibili conseguenze dovute all’incontro con le entità presenti tra le rovine della struttura.

Tra i racconti popolari che circolano su Bhangarh, c’è la storia di Baba Balanath, un asceta così orgoglioso della sua casa da avvisare tutti gli altri abitanti: se qualche nuovo edificio avesse proiettato la sua ombra sulla sua proprietà, avrebbe immediatamente distrutto tutto la città.

C’è poi un’altra leggenda che parla dell’amore non ricambiato di un mago per la bella Padmavati, principessa di Bhangarh. L’uomo si chiamava Sinhai ed era molto malvagio e, spinto dalla rabbia per non essere accettato, preparò alla fanciulla una pozione magica.

La giovane, però, era molto scaltra e intuì lo stratagemma. Nel momento in cui gettò la pozione su una roccia, questa si staccò e iniziò a rotolare in direzione del mago che morì schiacciato.

Prima di esalare l’ultimo respiro, il mago lanciò un anatema: Bhangarh sarebbe stata distrutta e tutti i suoi abitanti sarebbero morti. Purtroppo la maledizione si avverò presto: la città fu invasa e distrutta dall’esercito nemico, il quale non risparmiò nemmeno la principessa e la famiglia reale.

Secondo la leggenda, lo spirito della principessa Padmavati, insieme a quello degli altri abitanti, sarebbe ancora presente all’interno del Forte.

Non solo apparizioni, ma addirittura casi di persone entrate e poi scomparse all’interno del Forte Bhangarh. Questo avrebbe costretto il governo a prendere precauzioni durante l’orario notturno.

Visita al Forte Bhangarh

il sito risale probabilmente al 1573, anno in cui Bhangarh fu fondata da Bhagwant in onore di suo figlio Madho Singh.

Bhangarh presenta cinque vie di accesso, sebbene l’ingresso principale sia il Bhoot Bangla Gate. Da qui si raggiunge l’area dove sorgono i templi dedicati alle divinità indù.

Proseguendo si incontra l’antica area del mercato, le rovine del palazzo del ballerino, il bazar Jauhari e il tempio Gopinath. Opposto all’ingresso principale si trova invece il Palazzo Reale.

  • Dove: Rajgarh Tehsil, Bhangarh, Rajasthan 301410, India
  • Orario: aperto dalle 10 alle 17
  • Prezzo: turisti indiani INR 40, turisti stranieri INR 200

Attrazioni in zona: