Manuale Ghost Hunter

Tutti gli appassionati del paranormale, abituati ad andare a caccia di fantasmi, sanno quali sono le attrezzature per affrontare il brivido del Ghost Hunter. Ma per i neofiti, che si avvicinano per la prima volta a questo mondo, abbiamo preparato una piccola guida, un manuale del perfetto cacciatore di fantasmi.

La nostra caccia ai fantasmi parte dall’importanza di mettere nero su bianco qualsiasi vibrazione, qualsiasi suono ed effetto luce che potrebbe manifestarsi durante un’indagine. Ecco perché uno degli strumenti più importanti per un perfetto Ghost Hunter è la macchina fotografica.

Di macchine fotografiche, ovviamente, ce ne sono moltissime, i prezzi partono da alcune centinaia di euro e alcune sono molto più costose, ma non è sempre detto che bisogna per forza spendere una fortuna per attrezzarsi per la caccia ai fantasmi.

La migliore macchina fotografica per immortalare un fantasma è quella a infrarossi, cioè quella in grado di catturare ciò che non è visibile all’occhio umano.

Un po’ di pratica e tanta fortuna e potreste riuscire a rilevare un Orbs, ancora oggi inspiegabili fenomeni che qualcuno associa a particelle di polvere e altri a entità spettrali.

Voi ci credete? Di cosa si tratta, secondo voi? In molti si pongono questa domanda e, come sempre, ognuno è libero di esprimere la propria opinione o convinzione.

Partendo dal presupposto che l’occhio umano ha uno spettro visibile con lunghezze d’onda tra i 400 e i 750 nanometri, tutto ciò che è inferiore prende il nome di radiazioni ultraviolette e ciò che lo supera si chiama radiazione infrarossa.

Un altro strumento molto utilizzato dai cacciatori di fantasmi è il rilevatore di campi elettromagnetici, chi non ne ha mai sentito parlare? I video in circolazione sono pieni di squadre di ghost hunters equipaggiati con le più sofisticate strumentazioni.

Nel caso del K2, dotato di cinque led che vanno dal colore verde al rosso, il funzionamento si basa sulla misurazione in mG (milligauss) in un range tra i 1.5 e 20+ mG. (primo led verde fino 1,5 mG, secondo led verde da 1,5 d 2,5 mG, led giallo da 2,5 a 10 mG, led rosso da 10 fino a 20 mG).

Un’esposizione prolungata a queste onde può provocare, nei soggetti più sensibili, dei disturbi come nausea e malessere generale, che a volte possono essere scambiati per eventi di natura paranormale.   

Spesso le indagini alla ricerca del paranormale vengono effettuate di notte, ecco perché i cacciatori di fantasmi hanno bisogno di luce. Una torcia affidabile, che non ci abbandoni sul più bello, è quello che ci vuole.

Un altro strumento utile per vedere “nel buio” è il visore a infrarossi, indispensabile per monitorare ciò che succede di notte in luoghi completamente bui.

Per annotare le varie rilevazioni si può usare un classico block-notes ma spesso le mani sono entrambe impegnate con le luci o altri strumenti. Ecco perché è molto comodo l’utilizzo di un registratore vocale.

E poi, lo strumento potrebbe catturare eventuali suoni improvvisi o inaspettati, i così detti fenomeni E.V.P. (Electionic Voice Phenomena).

Quando si parla di fenomeni paranormali si sente spesso parlare di improvvisi cali di temperatura, di correnti fredde e sbalzi di calore. Uno strumento utile per misurare queste variazioni è il termometro digitale a infrarossi.

Ed infine, ma non meno importante, prima di lanciarsi in un’indagine di caccia ai fantasmi è bene seguire alcune regole fondamentali:

Prima di iniziare un’indagine bisogna essere in possesso di un’autorizzazione ad entrare in proprietà private, luoghi abbandonati, ecc.

È consigliabile muoversi in gruppo, anche per riuscire a gestire tutti gli strumenti a disposizione. Ma soprattutto per la sicurezza, pensate che certi luoghi isolati, di notte, sono abitati anche da animali selvatici e non solo da fantasmi.

Per concludere, effettuare prima qualche ricerca, magari affidandosi alle testimonianze o racconti di chi ha già fatto un po’ di esperienza in questo campo. Ci sono molti siti che descrivono le loro indagini e i problemi che hanno incontrato strada facendo. Anche un buon libro può diventare fonte di importanti informazioni prima di uscire nella notte..