Delhousie castle

Voglia di trascorrere una notte col fantasma? Il Dalhousie Castle è il posto giusto per vivere un’esperienza indimenticabile nel paranormale, conoscere più da vicino i fantasmi che si dice abitino a corte e forse poter raccontare del vostro incontro con Lady Catherine.

Siamo a circa 13 chilometri a sud di Edimburgo e questo potrebbe essere lo scenario giusto per trasformare un semplice pernottamento in una notte da incubo. Brughiere sterminate e nebbiose si estendono silenziose nelle Highlands Scozzesi. Queste terre, dove sorgono castelli spettrali, nel passato sono state testimoni di antiche battaglie e tragiche morti.

La storia di Dalhousie Castle

Il castello venne costruito intorno al 1450 con la pietra rossa estratta dal fiume South Esk. All’epoca la struttura del maniero doveva essere leggermente diversa, partendo dall’ingresso stesso dove sorgeva un ponte levatoio a strapiombo su un profondo fossato. Ad oggi resta solo il fossato asciutto e l’antica sede delle travi che costituivano il meccanismo di funzionamento del ponte levatoio.

La storia del Dalhousie Castle si è intrecciata nei secoli con la famiglia Ramsay la quale, guidata da Sir Alexander, organizzò diverse incursioni sugli inglesi che al tempo erano riusciti ad entrare in possesso di molti castelli scozzesi. Delle numerose battaglie che si combatterono su queste terre, alcune dimostrarono la forza e la tenacia della famiglia Ramsay, come la vittoria di Sir William Ramsay di Dalhousie che sconfisse gli inglesi a Nisbet Moor nel 1355. Lo stesso riuscì anche a resistere ad un lungo assedio a Dalhousie messo in atto dal re Enrico IV d’Inghilterra nel 1400.

Facciamo un salto di diversi secoli e arriviamo al 1832, anno della morte di George Ramsay, colui che riportò il castello alla sua grandezza originale. Prese le sue veci il figlio più giovane, James, che divenne il decimo conte e marchese di Dalhousie. James fu così amato e benvoluto che al castello di Dalhousie avrebbe preso il te con la regina Vittoria nel 1840.

A James, il quale non ebbe figli, successe Lord Panmure, suo cugino, e da inizio del XX secolo i Conti di Dalhousie si trasferirono al castello di Brechin. Da allora, la storia del castello vide un continuo cambiamento di proprietari fino a fine secolo, quando nel 1972 venne trasformato in un hotel lussuoso.

Fantasmi di Dalhousie: Lady Catherine

Le storie e le leggende che riguardano la Scozia sono molte, ma anche gli scozzesi concordano sul fatto che proprio il Dalhousie Castle sia uno dei luoghi più infestati di tutto il paese. Trascorrere una notte col fantasma al Dalhousie Castle è una delle prerogative di ogni amante del mistero e delle attività paranormali.

Pronti per provare il brivido di un incontro ravvicinato con un fantasma? E non con un fantasma qualunque, ma la famosa Lady Catherine. Si racconta che in questo castello le stanze siano frequentate con assiduità da questa antica abitante, vissuta e morta qui, il cui spirito non avrebbe mai lasciato il castello.

Chi era Lady Catherine? Siamo nel 1695 e Lady Catherine è una nobildonna, che all’età di 16 anni, viene catturata e rinchiusa fino alla morte in una delle torri del Dalhousie Castle. Lo spirito della povera Catherine non avrebbe mai lasciato il castello di Dalhousie e da allora continuerebbe a manifestarsi a più riprese, nonostante la struttura nel 1972 sia stata trasformata in albergo e location per matrimoni.

Il suo spirito sarebbe davvero molto attivo, infatti sarebbero numerosi gli avvistamenti da parte degli ospiti, soprattutto durante i banchetti nuziali, dove Lady Catherine si divertirebbe a confondersi tra i commensali e scombussolare la festa.

Il suo fantasma sarebbe stato avvistato anche lungo i camminamenti esterni e tra i corridoi del castello. Fatto ancora più inquietante sarebbe la sua presenza nelle ore notturne nelle camere degli ospiti. Qualche malcapitato, svegliatosi in piena notte, l’avrebbe trovata seduta sul proprio letto, mentre altri giurano di essere stati salutati dal fantasma apparso da una finestra.

Lady Catherine avrebbe dei lineamenti spigolosi, nascosti a tratti da un abito grigio. Giusto il tempo di scorgere il suo profilo evanescente ed eccola scomparire attraverso una porta chiusa a chiave. Il fantasma, che nel corso degli anni è stata spranominata la Signora Grigia, sarebbe in grado di influenzare l’utilizzo della cornamusa da parte dell’attuale amministratore del maniero. Quest’ultimo, infatti, non riuscirebbe a suonare in modo corretto, nonostante la sua comprovata abilità.

Oltre al fantasma di Lady Catherine, il castello ospiterebbe anche lo spirito di due bambine vissute qui in tempi remoti. Una di essa, durante la notte si divertirebbero a solleticare i piedi degli ospiti. Quali e quante altre presenze nasconde questo albergo? Non resta che scoprirlo di persona organizzando un viaggio nel mistero per un notte sicuramente insonne.

All’interno della struttura oggi è possibile godere di tutta la tecnologia di cui si può necessitare, compreso il Wi-Fi e ogni comfort. Se gli interni del castello sono degni di una fiaba, con magnifici arredi e antiche scale di pietra, anche l’esterno vi sorprenderà con i suoi undici acri di terreno. E’ possibile passeggiare visitando i cimiteri privati del clan Ramsay, inoltrarsi nel bosco per avvistare caprioli e lontre e cimentarsi nel tiro con l’arco e l’arte storica della falconeria.