Vi è mai capitato di leggere la lista delle sparizioni, aeree e navali, che hanno interessato il Triangolo delle Bermuda? Allora forse avrete notato la concentrazione degli episodi nel periodo che va da ottobre a marzo e, più in particolare, nei mesi di dicembre e gennaio.

Centinaia di persone di equipaggio, svanite nel nulla insieme a tonnellate e tonnellate di lamiera e di carico. Dove sono i relitti di queste navi e aerei scomparsi? Possibile che non sia stato ritrovato un indizio, come un rottame o un salvagente, che potesse chiarire cosa succeda nel Triangolo maledetto?

Come detto, gli incidenti e le sparizioni si susseguono fin dalla notte dei tempi, anomalie erano già state segnalate dallo stesso Cristoforo Colombo durante la sua traversata. Quel che lascia perplessi osservando la lista delle sparizioni è l’evidenza della concentrazioni delle stesse nei mesi invernali.

Dando un’occhiata alle temperature medie del luogo, i mesi di dicembre e gennaio mantengono comunque dei valori superiori ai 15° e fino a 21°, quindi un clima abbastanza mite e tiepido.

Aprile

-5 aprile 1966 North American B-25 Mitchell, 3 persone di equipaggio scomparso a sud est della Tongue of the Ocean.

-Aprile 1932 John and Mary, un due alberi trovato abbandonato a 80 chilometri a sud di Bermuda.

-Aprile 1970 Milton Iatrides (?), in rotta da New Orleans a Città del Capo, nave da carico sparita nel nulla.

Giugno

-5 giugno 1965 Fairchild C-119 Flying Boxcar dell’aviazione degli stati uniti, con 10 persone a bordo, scomparso nelle Bahamas sudorientali.

-giugno 1950 SS Sandra, nave da carico di 106 metri salpata da Savannah (georgia) e diretta a Puerto Cabello (venezuela). Dopo aver superato St. Augustine, in Florida, scompare senza lasciare traccia.

Luglio

-1 luglio 1963 Sno’Boy, peschereccio di 19 metri con 40 persone di equipaggio, partito da Kingston (Giamaica) e diretto a Northeast Cay.

Agosto

-28 agosto 1963 Due Boeing KC-135 Stratotanker quadrimotori dell’aviazione degli stati uniti, partiti dalla base di Homestead (Florida) e diretti ad un’area di rifornimento nell’Atlantico, scomparsi a 480 chilometri a sud ovest di Bermuda.

Settembre

-settembre 1955 yacht Connemara IV, trovato a circa 600 chilometri a sud ovest di Bermuda, completamente abbandonato.

-22 settembre 1963 Douglas C-132 Cargomaster, scomparso sulla rotta per le Azzorre

Ottobre

-4 Ottobre 1902, brigantino tedesco Freya, ritrovato inclinato e disalberato a Cuba, poco dopo la partenza da Manzanillo. Ultima trascrizione sul giornale di bordo del 4 ottobre, il giorno seguente alla partenza.

-22 ottobre 1944 nave da carico cubana Rubicon, ritrovata al largo della costa della Florida, abbandonata, a bordo solo un cane.

-30 ottobre 1954 Lockheed Super Constellation della marina degli stati uniti 42 persone a bordo scomparso nella regione settentrionale del triangolo.

Novembre

-9 novembre 1956 Martin P5M Marlin idrovolante da pattuglia della marina degli stati uniti scomparso con 10 persone di equipaggio.

Dicembre

-Iniziamo da una delle sparizioni più eclatanti della storia dell’aviazione, ovvero la scomparsa della Squadriglia 19 con tutto il suo equipaggio. Era il 5 dicembre 1945 e, lo stesso giorno, a scomparire nel nulla fu anche un altro aereo inviato in soccorso, il bombardiere PBM Martin con 13 persone a bordo.

Cotopaxi partita il 29 novembre 1925 e dispersa due giorni dopo.

-Nel dicembre del 1967, a scomparire nel nulla è anche il Revonoc, uno yacht da gara di circa 14 metri. Il natante era già in vista della terra quando si persero le tracce. Il 24 dicembre del 1967, un motoscafo cabinato da crociera, il Witchcraft, era ancorato a poco più di un chilometro dalla costa di Miami e scomparse letteralmente nel nulla insieme ai suoi 2 occupanti.

-Il 28 dicembre 1848, 32 persone dell’equipaggio scompaiono insieme al Douglas DC-3 partito da San Juan (Portorico) e diretto a Miami.

Revonoc, yacht da gara, scomparso vicino alla costa nel dicembre 1967.

-24 dicembre 1967 Witchcraft, motoscafo da crociera, trovato ancorato al largo di Miami senza il proprietario e il passeggero.

Gennaio

-Il mese di gennaio è forse quello che ha registrato da sempre la maggior parte degli incidenti e delle sparizioni che hanno interessato il Triangolo delle Bermuda. Nel lontano 1880, era il mese di gennaio quando la fregata britannica Atalanta, con 290 persone a bordo, scompare misteriosamente dopo aver lasciato le isole diretta in Inghilterra.

-8 gennaio 1962 Boeing KB-50 aerocisterna dell’aviazione degli stati uniti, partito da Langley Field (Virginia) e diretto alle Azzorre, scompare con 9 persone di equipaggio.

-11 gennaio 1967 Un aereo da carico, un Chase YC-122, con quattro persone a bordo, si è perduto nell’area di mare tra Palm Beach e Grand Bahama l’11 gennaio 1967. aereo da trasporto militare, convertito in trasporto civile, 4 persone a bordo, scompare tra Palm Beach (Florida) e Grand Bahama.

-17 gennaio 1949 un Avro Tudor Star Ariel scompare durante il suo viaggio da Londra a Santiago del Cile.

-Il 29 gennaio 1948, a circa 600 chilometri a nord est di Bermuda scompare un Avro Tudor Star Tiger con l’equipaggio di 31 persone.

Febbraio

Curtiss C-46 Commando York Transport dell’aviazione britannica, con 33 persone scomparso nella regione settentrionale del triangolo sulla rotta per la giamaica. E’ il 2 febbraio 1952.

-Febbraio 1940, Gloria Colite, yacht salpato da Saint Vincent e trovato abbandonato dall’equipaggio a 320 chilometri a sud di Mobile (Alabama).

-2 febbraio 1963 Marine Sulphur Queen, nave da carico, sulla rotta da Beaumont (Texas) a Norfolk (Virginia), scomparsa nei pressi di Dry Tortuga.

-La Regina di zolfo Marino, scomparsa il 4 febbraio 1963 era una nave cargo di 130 metri di lunghezza che navigava lungo la rotta da Beaumont, in Texas, a Norfolk, Virginia. La nave è scomparsa con tutto l’equipaggio, senza emettere alcun messaggio di soccorso.

Marzo

-marzo 1838, Anglo-Australian, nave da carico con 39 membri di equipaggio, scomparsa nel nulla dopo un ultimo messaggio “Tutto bene” a ovest delle Azzorre.

Globemaster, quadrimotore USA scomparso nel vertice settentrionale del triangolo sulla rotta verso l’Irlanda nel marzo 1950.

-marzo 1973 ANITA, nave da carico di 20mila tonnellate con 32 equipaggio partita da Newport News per la Germania.

-4 marzo 1918 USS Cyclops, nave da rifornimento della marinamericana, in rotta dalle Barbados a Norfolk (Virginia) e scomparsa dopo la partenza con 309 persone di equipaggio. Non fu mai ritrovata nessuna traccia, 152 metri di 19mila tonnellate di carico svaniti nel nulla insieme l’equipaggio.

Ciò che lascia sempre stupiti quando si rileggono questi rapporti, è il fatto che salvo qualche eccezione in cui il relitto è stato rintracciato alla deriva anni dopo, la maggior parte di questi aerei e navi non abbiano lasciato traccia. E le migliaia di scomparsi? Quel che succede nel Triangolo Maledetto resta un mistero.

Foto di Free-Photos da Pixabay

Lascia un commento