Tra le verdi colline inglesi c’è una cittadina di nome Warminster che negli anni ’60 è diventata famosa per un incontro ravvicinato con un alieno dal pianeta Aestsa. L’uomo che ha vissuto questa esperienza, Arthur Shuttlewood, nonché redattore del giornale locale, descrive in un articolo gli strani avvenimenti accaduti a Warminster.

Ma andiamo con ordine. A partire dagli anni ’60 questa tipica cittadina rurale della campagna inglese a circa due ore da Londra, è stata interessata da una serie di fenomeni UFO mai sufficientemente studiati che ancora oggi restano un mistero. Partendo dal 1961, alcuni testimoni affermarono di aver visto uno strano oggetto volante, dalla forma di sigaro, sui cieli di Warminster.

Successivamente, le segnalazioni continuarono e raggiunsero l’apice verso dicembre del 1964, quando i residenti iniziarono ad udire strani e inquietanti rumori. Le cacofonie andavano da forti boati a colpi e striscinamenti sui tetti.

Uno dei testimoni, l’allora proprietario del locale Mildred Head, ha cosi raccontato la propria esperienza:

Il nostro soffitto ha cominciato a vibrare e strani suoni hanno sferzato il nostro tetto … come se dei ramoscelli stessero spazzolando le piastrelle … finendo in un rumore [come] di grandinata.

Decine e decine di residenti riferirono di aver assistito a questi misteriosi fenomeni, tra questi c’è anche Marjorie Bye, che sentì dei rumori così forti da rimanere letteralmente paralizzata e una donna che vide un oggetto luminoso in cielo. Nell’estate del 1965 uno scoppio fortissimo fu udito in tutta la campagna seguito, subito dopo, da una gigantesca fiamma arancione.

Sempre durante l’estate i residenti decisero di riunirsi, per condividere le loro esperienze e scoprirono che in città era in atto una inspiegabile moria di piccioni e molti avevano sperimentato mal funzionamenti delle automobili. Era arrivato il momento di prendere una decisione sul da farsi. Ad accrescere il panico contribuì il drammatico racconto di Shuttlewood, che nel frattempo aveva raccolto e pubblicato oltre mille rapporti di avvistamenti.

Secondo quanto riferito da Shuttlewood, l’uomo avrebbe avuto un incontro ravvicinato con un alieno proveniente dal pianeta Aestsa. L’alieno lo avrebbe contattato verso fine estate e, presentandosi come Karne, avrebbe dato a Shuttlewood la prova di non essere di questo mondo.

Nello stesso periodo nella zona ci furono diversi rapporti di avvistamenti di umanoidi, quasi sempre descritti in modo inquiente: molto alti e senza volto, con indosso un elmetto o il passamontagna e vestiti di bianco. L’opinione pubblica fu così scossa che Warminster iniziò ad essere visitata dai ricercatori di UFO.

In seguito, negli anni ’70 agli avvistamenti alieni si aggiunse un altro mistero: la comparsa misteriosa dei cerchi nel grano. Per molto tempo ancora a Warminster si continuò a parlare degli strani fenomeni e ancora oggi tra la popolazione il ricordo è più vivo che mai.

Nel 2015 è stato celebrato il 50° anniversario dei primi fenomeni inspiegabili accaduti in città e oggi una parete ricoperta di murales ricorda quanto Warminster sia stata legata strettamente con gli UFO. Tra le ipotesi si è letto di tutto: dalla reale presenza di alieni, a un fenomeno di isteria di massa o esperimenti militari, ma purtroppo il mistero non è mai stato chiarito.

Warminster, contea del Wiltshire, Inghilterra

Foto di Ribastank da Pixabay